Senso di colpa: quando comportarsi bene diventa una mania

Liberarsi dal senso di colpa: mi punisco perchè sono stato cattivo!


Il senso di colpa è un’emozione che ti spinge a credere di aver commesso un atto negativo nei confronti del prossimo.

È un emozione positiva se utilizzata per mettere in discussione le tue posizioni o le scelte effettuate in una determinata situazione.

Le persone che ne sono afflitte tentano in ogni modo di comportarsi bene o almeno secondo un ideale di bene.

Liberarsi dal senso di colpa significa buttare giù dalla montagna un macigno fatto di preoccupazioni.

Vivere continuamente tormentati è come non trovare mai pace.

La persona che ne soffre si pone il dubbio costante di aver sbagliato e si acciglia.

Con il tempo è logorata perchè continua a ripensarci.

Pensa ancora e ancora per valutare se poteva comportarsi in un modo diverso.

Si chiede ad esempio se un’altra reazione sarebbe stata migliore.

Vive allora in un eterno conflitto in cui gli altri vengono prima.

Diventa allora senso di colpa patologico..

Quando alla base non c’è alcun errore oggettivo ma semplicemente una tua scelta.

Fare delle scelte comporta delle conseguenze ma non sta a te doverti occupare della felicità degli altri.

Corrispondere a ciò che gli altri si aspettano da noi però non va verso la strada della serenità e a volte neanche ti fa davvero felice.

Un mio cliente viveva un senso di colpa fortissimo e si autopuniva.

Conosceva perfettamente ciò che poteva renderlo felice, ciò nonostante questa scelta comportava deludere qualcuno.

Così soffriva di insonnia e di tormenti perchè divorato dai sensi di colpa e da un eccessivo senso del dovere.

Come liberarsi dal senso di colpa?

  • Volendo più bene a se stessi che agli altri
  • Imparando ad accettare che se per gli altri è uno sbaglio, per te in quel momento è la scelta più giusta
  • Non esiste una scelta giusta in assoluto. Esiste qualcosa che in quel momento sembra la cosa da fare
  • La tua felicità non deve essere al secondo posto.
  • Prima vieni tu, non i genitori, il capo, gli altri, la fidanzata, i figli ecc. Ovviamente nei giusti modi.
  • Le colpe che ti stai dando sono irrazionali. Non dipende tutto da te.

Credere che tutto dipende da te è una sorta di delirio di onnipotenza.

Non è un percorso facile buttare il macigno giù dalla montagna ma possibile attraverso un aiuto psicologico.

Le cause affondano nella nostra storia familiare: bisogna andare a ritroso.

Se vuoi, io sono con te!

Leave a comment