Ansia sociale: molto più che timidezza.

Cura psicologica timidezza ansia sociale.

Quando relazionarsi o stare in pubblico suscita ansia e allora diventa una situazione impossibile da gestire.

La possibilità di rendersi ridicolo di fronte agli altri crea un’ansia incontrollabile.

La persona pensa che tutti stiano aspettando un suo errore magari per ridere di lui.

E questa idea diventa un tarlo  che erode tutti gli ambiti in cui si ha a che fare con l’altro.

Partecipare ad un meeting, conoscere gente nuova, parlare in pubblico, anche solo mangiare davanti agli altri diventano tutte situazioni che bloccano.

Chi ne soffre a volte rinuncia addirittura a degli avanzamenti di carriera se comportano contatti che creano insicurezza.

Per questo motivo, una terapia psicologica mirata a trovare una cura per la timidezza può cambiarti la vita. 

L’estrema timidezza conduce il fobico sociale a una limitazione importante per paura che gli altri lo vedano manchevole  e che di conseguenza inizino a deriderlo.

L’ansia sociale porta la persona a temere le critiche e il pubblico giudizio.

Si agitano per paura di non essere in grado di portare a termine la prestazione.

Ecco perché spesso è legata all’ansia anticipatoria.

Come si manifesta? Ansia sociale: sintomi.

  • Rossore
  • Tremori
  • Balbettamento
  • Perdita momentanea di memoria
  • Sudorazione delle mani
  • Battito cardiaco accelerato
  • Paralisi
  • Bocca secca
  • Palpitazioni
  • Vertigini.

La fobia sociale o ansia sociale costringe chi ne soffre a prendere delle misure cautelative.

Sono comportamenti che servono a evitare  “altre figure” come indossare la giacca per evitare di mostrare agli altri l’eccessivo sudore.

Le emozioni che prova chi soffre di questo problema sono la frustrazione, il disagio, l’imbarazzo, la vergogna e il senso di umiliazione.

Fobia sociale: situazioni a rischio

  • Suonare  o cantare in pubblico
  • Parlare in pubblico
  • Andare ad una festa
  • Usare i mezzi pubblici
  • Parlare al telefono in pubblico
  • Durante un test o un esame
  • Mangiare in mezzo agli altri
  • Usare il bagno pubblico

I primi episodi si manifestano tra gli 11 e i 15 anni, spesso a scuola magari durante una interrogazione o durante una recita.

La fobia sociale può essere sottovalutata e le persone che ne soffrono spesso fanno fatica a chiedere aiuto perché anche se riconoscono di avere un forte disagio provano nello stesso tempo vergogna.

Se trascurata però diventa cronica.

Cura psicologica timidezza ansia sociale.

Prenota un appuntamento per una terapia psicologica per la timidezza; troveremo insieme la cura per la tua timidezza, nel mio studio di Padova o Vicenza.

Approfondisci qui.

Contattami

Quale percorso vuoi intrapredere?*

In quale studio vuoi fare il percorso?*


Contattami con WhatsApp
Inviami un messaggio...