Dipendenza affettiva: come uscirne e come superarla

Liberarsi dalla dipendenza affettiva

Dipendenza affettiva: di cosa si tratta, chi ne soffre di più. Come riconoscere i sintomi di questo disturbo e come liberarsene da soli o con la psicoterapia

La dipendenza affettiva è una forma patologica di amore caratterizzata da un’assenza di reciprocità all’interno della relazione di coppia, in cui uno dei due  riveste spesso il ruolo di donatore d’amore a senso unico, e vede nel legame con l’altro, spesso problematico o sfuggente, l’unica ragione della propria esistenza.

Soffrire di dipendenza affettiva significa attribuire all’altro un’importanza tale da annullare se stesso, non ascoltando i propri bisogni e le proprie necessità. Questa condizione, di amore morboso caratterizzato da un pensiero fisso sull’altro, porta a tollerare maltrattamenti ma anche assenze ingiustificate o tradimenti pur di non perdere l’altro.

Solitamente chi soffre di questo disturbo ha vissuto delle carenze. Queste carenze vengono dalle figure genitoriali o da chi si è preso cura di loro durante l’infanzia. Si tratta di un vissuto che ha a che fare con l’abbandono, con il non riconoscimento e con il rifiuto. Altre volte la dipendenza dal partner è stata imparata osservando da bambini uno dei due genitori nella relazione di coppia che a sua volta era probabilmente malata.

Il dipendente affettivo è disposto ad accettare di perdere rispetto e dignità  verso se stessi pur di mantenere il rapporto in quanto dà alla relazione d’amore priorità assoluta.

Dipendenza affettiva e amore tossico: sintomi e campanelli d’allarme

La ricerca di una totale fusione con il partner fanno si che il dipendente affettivo si senta gratificato anche con una minima dose di attenzioni o apprezzamenti perché l’importante è essere certi che l’altro non se ne andrà.

Capire e soprattutto accettare che anche tu stai vivendo una relazione tossica a causa di una dipendenza emotiva non è mai facile, ma puoi analizzare i seguenti punti di riflessione che non sono altro che i possibili sintomi da dipendenza affettiva:

  • Ti senti inadeguata/o come persona;
  • Senza di lui/lei provi sensazioni di vuoto o impotenza;
  • Se pensi che tra voi possa finire rischi un malore;
  • Hai scarsa autostima;
  • Ti senti in ansia se lui non ti chiama;
  • Se lui non c’è ti senti insicura/o;
  • Pensi che senza di lui/lei non puoi vivere;
  • Se non sei con lui scatta il panico;
  • Cerchi di avere il controllo sulle sue azioni;
  • Fai sempre quello che ti dice;
  • Idealizzi spesso l’amore;
  • Ti plasmi su di lui/lei per corrispondere ai suoi desideri.

Dipendenza affettiva soluzioni

Dipendenza affettiva verso un narcisista o un manipolatore relazionale. Quando a stare male si è in due

Se stai vivendo una relazione con un narcisista patologico oppure con un manipolatore relazionale o un Borderline a basso funzionamento allora sai già che liberarsene è veramente dura.

Tu sei abituato a restare e subire, sopporti tutte le sue scenate, i suoi umori instabili, tutto pur di continuare quella relazione malata.

Le persone che hanno lunghe relazioni con soggetti disturbati non riescono a chiudere, dato che sono troppo abituate a quell’altalena che non si rendono conto di stare veramente male.

Quando se ne accorgono iniziano a sperare di essersi sbagliati o che con il loro amore tutto cambierà.

Quante volte mi avete raccontato di ricoprire di attenzioni persone (uomini o donne) che in verità di voi se ne fregavano?

Tu sapevi che non si stava prendendo cura di te, e sai bene che non sta ricambiando neanche minimamente tutto quello che fai per lei/lui.

Eppure non riesci a smettere di amarlo!

So che credi che stia esagerando

Ma quando gli credi pur sapendo che ti sta mentendo come lo definiresti?

Parlo di quando: si dimentica di un impegno preso assieme e allora per recuperare ti dice che ci tiene e

Quando ti senti gratificata dalla sua dichiarazione d’amore gli stai perdonando un gesto sgarbato.

Dopo riusciranno a prevedere ogni mossa perché ormai ti conoscono intimamente.

Ma tu di questo non te ne accorgi.

Ormai vivere sulle spine è diventata la tua quotidianità.

Se hai una relazione con una persona affetta da disturbo le montagne russe sono all’ordine del giorno.

Difficile che queste persone possano avere relazioni tranquille.

Non è possibile prevedere quando scoppieranno prendendosela con te o con il mondo.

Eppure tu vuoi essere là, acconto al tuo amore malato.

E pensi che lui/lei proverà gratitudine.

A non stare bene però siete in due.

Come superare la dipendenza affettiva

Per trattamento e cura della dipendenza affettiva si intende un percorso che ti insegni ad amare te stessa.

Ci sei tu al centro della tua vita, non il presunto amato.

Amare non significa sacrificarsi, questo tipo di relazione non è sana.

Ma tu ora non lo sai perché sei abituata a questo da sempre. Forse  da quando eri già ragazzina. Magari hai avuto un genitore che ti trattava proprio come il tuo partner fa ora con te.

Non devi sentirti come se fosse tutta colpa tua. Non lo è. Tutti quanti noi siamo portati a ripetere gli schemi familiari che abbiamo conosciuto e vissuto.

La dipendenza affettiva è un disturbo molto forte da superare, e per riuscirci devi essere consapevole di ciò che sei realmente, ovvero: una persona di valore e piena di qualità, in grado di regalare emozioni positive alle persone che ti circondano.

Superare la dipendenza affettivaDi seguito 6 consigli efficaci per superare da soli la dipendenza affettiva:

  1. Impara a volerti bene e a prendere consapevolezza di tutto ciò che un amore tossico può comportare;
  2. Lasciare andare è l’inizio. Il momento più duro ma il passo più importante, quindi lascia andare ciò che non ti fa stare bene;
  3. Non portare dentro di te il risentimento verso quella persona;
  4. Non credere di trovare redenzione attraverso la vendetta, o ancora peggio di averla vinta su di lui, credendo che la bestia possa essere addomesticata. La bestia resta ciò che è, e a te non deve importare;
  5. Torna a vivere il tuo presente;
  6. Lascia la bestia nel passato. Per sempre.

Dipendenza affettiva e paura di rimanere da soli: come liberarsene con l’aiuto della Psicoterapia

Ciao sono Debora Stranieri, Psicologa e Psicoterapeuta specializzata in terapia EMDR e in ipnosi per dipendenza affettiva. Se stai vivendo un amore malato e non riesci a separartene in nessun modo, ti invito a contattarmi. Intraprenderemo insieme un percorso che ti aiuterà ad affrontare questo problema e a liberarti dalla dipendenza affettiva una volta per tutte.

Insieme a me:

  • Imparerai a lasciare andare;
  • Imparerai a non ricadere in relazioni patologiche;
  • Riuscirai a riconoscere i segnali dell’amore malato;
  • Finalmente vorrai bene a te stessa prima di tutto.
Articoli correlati
Menu