L’infanzia del narcisista covert: dove tutto ebbe inizio.

Il narcisista covert non è capace di amarsi.

Ecco da dove viene il suo bisogno di conquista.

Da bambino non è stato amato in modo per lui sufficiente.

Spesso i genitori erano a loro volta troppo presi da se stessi, magari gran lavoratori.

Il bambino ha subito una profonda mancanza di attenzione.

Talvolta anche la nascita di altri fratelli può aver contribuito ad incuria.

Durante l’infanzia quindi il narcisista covert si è trovato solo, fragile e debole.

Erano anni importanti per un bambino.

Gli anni in cui la figura dell’adulto contribuisce alla formazione della personalità.

Ma lui era solo.

L’infanzia del narcisista è quella di un bambino deprivato degli affetti di base.

A volte sono bambini che sono stati affidati alle cure dei nonni.

Ma i nonni, devono fare i nonni e non i genitori affidatari.

Nonostante il rapporto positivo con i nonni, il bambino sente di essere solo.

Dà la colpa a se stesso, come fanno tutti i bambini in situazioni difficili.

Non riesce a spiegarsi come mai non viene visto a sufficienza.

Comprende allora che la sua unica possibilità per ricevere amore è raggiungere risultati considerevoli.

Il narcisista odia la madre.

La odia perché è colpevole di non averlo amato per il bambino che era.

Il narcisista covert è stato un bambino triste in quanto ha compreso di essere “difettoso”.

Ecco perché la madre è oggetto di amore e di odio.

Veniva visto solo quando faceva fare bella figura ai genitori.

L’amore genitoriale era condizionato dai suoi risultati.

Ottenere quindi risultati nella norma significa non essere abbastanza.

Per essere presi in considerazioni da questi genitori egoisti bisogna per forza essere bravi in qualcosa.

Se non sei bravo non conti niente, non puoi essere amato.

Per gli altri bambini l’amore è gratuito, per il narcisista covert è tutto da conquistare.

I genitori del narcisista considerano il bambino come fosse un oggetto.

Un bambolotto che puoi lasciare solo.

Un genitore invece dovrebbe incoraggiare un figlio a scoprire i propri talenti, la propria autenticità.

Il narcisista odia la madre perché non l’ha fatto sentire protetto e al sicuro.

Con le sue mancanze ha generato un bambino che è dovuto crescere troppo in fretta.

I traguardi raggiunti dal bambino con sforzi notevoli lo rendono meritevole di essere visto.

Allora la madre del narcisista lo esibisce come se fosse tutto merito suo.

Il bambino è felice, finalmente ha le sue attenzioni.

L’inconscio cancella i ricordi di deprivazione almeno in buona parte.

In apparenza sembrano una bella diade mamma-figlio.

In realtà per avere l’amore necessario il bambino ha dovuto sforzarsi.

Talvolta gli è stato chiesto di ignorare le sue predisposizioni e di abbracciare carriere scelte dalla famiglia.

È un bambino quindi che non è stato abituato ad ascoltarsi.

È però un campione nell’osservare l’ambiente circostante e nel capire ciò che gli altri desiderano.

Ecco da dove è nata l’arma di distruzione.

Ora da adulto sa bene dove e come colpire.

Ha avuto un esercizio costante.

 

infanzia del narcisista

La mancanza di considerazione autentica provoca una tremenda cognizione negativa.

“Devo farcela da solo, non ho bisogno di nessuno. Dimostrerò il mio valore al mondo, così sarò considerato speciale”.

Narcisista covert depresso: come mai?

Con l’amara consapevolezza che l’amore non è gratis il narcisista covert si affaccia al mondo.

Ti racconterà della sua infanzia triste e della solitudine che l’ha caratterizzata.

Creerà un clima intimo e di vicinanza.

Non riuscirai a non intenerirti.

Parlerà di quel passato doloroso.

Tu gli stringerai forte le mani.

Non saprai nulla della madre del narcisista.

Racconterai di te stessa fidandoti.

Oppure parlerà di un grande amore finito.

Ogni argomento sarà utile per farti sbottonare e per sembrare una timida dolce vittima.

Il passato travagliato in cui ha sofferto e le relazioni che non hanno funzionato saranno cavalli di battaglia.

Tutta colpa della sua ex che non l’ha amato abbastanza o capito.

Voleva approfittarsi di lui, poverino.

E poi l’infanzia del narcisista, una triste storia.

Ecco perché non capirai subito di avere di fronte la razza Narcisista covert depresso!

La grandiosità narcisistica viene nascosta dalla maschera dello sfortunato.

Il narcisista depresso sa di essere in qualche modo difettoso a causa della madre.

Nasconde la sua idea di persona grandiosa e speciale dietro alla sua facciata vulnerabile.

Viene infatti denominato narcisista covert o narcisista vulnerabile a pelle sottile.

Spesso parla apertamente delle sue carenze relazionali.

Nasconde la rabbia profonda che prova per chi è stato fortunato.

Si però tu non farti abbindolare!

Il fatto che parli delle sue difficoltà non significa che ha intenzione di cambiare.

Quindi non ti illudere di essere quella speciale.

Gli uomini non cambiano la loro natura.

Devi prenderlo come un avviso di garanzia.

Ti porterà ad accettare un rapporto sbilanciato in cui tu dai tantissimo e lui poco o nulla.

Se solo capissi che vuol dire aver sofferto così e vivere ogni giorno quel tormento..

Beh diciamo viverlo in pausa pranzo per dire la verità!

Un consiglio? Non cadere in questa trappola.

L’infanzia del narcisista non autorizza queste persone a distruggere gli altri.

Contattami

Quale percorso vuoi intrapredere?*

In quale studio vuoi fare il percorso?*


Contattami con WhatsApp
Inviami un messaggio...